A Siena il Club Scherma Ancona c'è...

24.11.2018

Siena - Si è conclusa a Siena la seconda prova del 6°Trofeo del Granducato, penultima tappa dopo quella di Pisa che il 2 febbraio chiuderà il sipario nella splendida cornice di Firenze. Quest'anno la nostra atleta Gaia Corsino (cat.Giovanissime) ha accettato la sfida andando oltre i classici appuntamenti della stagione agonistica. Per suo stesso dire un modo per fare esperienza e conoscere altre atlete fuori dal panorama interregionale. Al via della gara nell'impianto sportivo del CUS Siena, 39 atlete. Gli assalti nei gironi partono subito bene con la nostra fiorettista che inanella una serie vincente di 6 assalti su 6 (5-1/5-0/5-3/5-1/5-2/5-2) concludendo seconda nella classifica generale dopo i gironi, alle spalle solo di Lucrezia Canessa (quinta nel ranking nazionale di categoria). Per lei si aprono subito le porte dei 32esimi dove scende in pedana con l'atleta Giorgia Putti (CUS Siena), assalto ben condotto che terminerà con il risultato di 10 stoccate a 3. Nei 16esimi l'ostacolo da superare sembra insormontabile, con l'atleta Viola Merendelli (ottava nel ranking nazionale di categoria), che si presenta in pedana con il pronostico favorevole. L'assalto invece si rivela molto equilibrato e, grazie ad una serie di stoccate portate a segno con estrema precisione e con grinta e carattere eccezionali, l'atleta anconetana sul 9 a 9 mette a segno la stoccata vincente lasciandosi andare ad un pianto di gioia e soddisfazione che lascia presto il passo ad un sorriso smagliante. Si va agli ottavi per giocarsi l'accesso ad una delle due semifinali, dove la nostra atleta è attesa da Valentina Izzo (Club Scherma Bresso). Non c'è tempo e modo per rilassarsi perché l'assalto si presenta subito complicato ed anche in questo caso molto equilibrato. Le atlete si presentano in prossimità della linea del traguardo sul punteggio di 9 a 7 per la bressese ma non è ancora finita perchè Gaia con un colpo di reni dettato dall'orgoglio mette a segno due bellissime stoccate che riaprono l'assalto. L'ultima e decisiva stoccata viene concessa dall'arbitro all'atleta bressese con una controversa e discutibile ricostruzione che lascia un pò l'amaro in bocca nell'atleta anconetana che termina la gara al 5° posto in classifica confermando il podio ottenuto nella gara di Ariccia e migliorando la precedente posizione in classifica nel Trofeo del Granducato ottenuta a Pisa (settima in classifica). Buon piazzamento anche per l'altra atleta marchigiana Ginevra Guerrini (Club Scherma Jesi). Il podio finale è così composto: 1^ Giorgia Ruta (Club Scherma Livorno) 2^ Dali Rinforzi (Club Scherma Livorno) 3^ Lucrezia Canessa (Club Scherma Rapallo)/Valentina Izzo (Club Scherma Bresso) 5^ Gaia Corsino (Club Scherma Ancona) 6^ Ginevra Guerrini (Club Scherma Jesi) 7^ Veronica Pritelli (Club Scherma Livorno) 8^ Chiara Ferrarini (Club Scherma Pisa).

VIDEO DELLA PREMIAZIONE