Belle, brave e “cattive”...le Iene graffiano ancora

28.10.2019

BARI - Ci scuserà chi aspettava, come sempre, le nostre parole al termine della gara delle nostre ragazze in programma ieri a Bari. Purtroppo quello del giornalista/cronista non è il nostro mestiere e, per quanto si cerchi di fare del nostro meglio, a volte il tempo non è dalla nostra parte.

Arriviamo dunque in ritardo, ma arriviamo, per narrarvi di una favola moderna e attuale fatta di "principesse" di fioretto armate, di prodi genitori al seguito (armati invece di tanta e santa pazienza) e di maestri che portano in trionfo le valorose guerriere.

Dopo le emozioni vissute solo 24 ore prima, con la stupenda prova dei cadetti maschile (6º posto di Marco Proietti ed il 10º di Gabriele Baldelli), arriva un podio per due terzi siglato Club Scherma Ancona. 2º posto per Benedetta Pantanetti e 3º per Alice Gambitta, podio che sarebbe potuto essere tutto made in Ancona se il destino degli accoppiamenti non avesse visto lo scontro fratricida, nei quarti di finale, tra Alice e la compagna di club Giada  Pianella, anche lei protagonista di una splendida gara e 6ª in classifica finale.

Onori alla vincitrice della gara e portacolori della Comense Scherma, Carlotta Ferrari che in finale ha avuto la meglio su Benedetta, colpita ripetutamente da crampi che ne hanno in qualche modo condizionato l'assalto ed il primo posto, senza ombra di dubbio alla sua portata. 

A bocce ferme e trascorsa la nottata, le luci dell'alba del giorno dopo ci confermano che non si tratta di un sogno.  Il Club Scherma Ancona sembra essere immerso in un periodo di crescita e successi senza fine i cui rimbalzi giungono anche da oltre confine. 

Che il Cercle d'Armes de Montreuil (FRA) abbia scelto lo scorso anno il nostro Club, per effettuare uno stage di allenamento, che il cuneese Enrico Lauria si sia accasato ad Ancona dallo scorso settembre e che in questi giorni si stia allenando presso il Palascherma di Via Monte Pelago, il quindicenne Oscar, nazionale giovani proveniente dal Belgio, la dice lunga sulla qualità del lavoro del nostro staff tecnico. Senza dimenticare i recenti riconoscimenti ottenuti dai nostri ragazzi convocati in azzurro.

In questo baillame di emozioni non dimentichiamo la sfortunata giornata vissuta dalla giovanissima Ludovica Masera infortunatasi ad una coscia, negli assalti validi per la qualificazione e la mancata qualificazione dopo la fase a gironi di Sara Mariucci.

Buonissima 36ª piazza per una tenace Vittoria Guidoni, capace di tener testa anche ad avversarie ben più quotate esprimendo una scherma bella ed efficace. Infine 64º posto per Alessandra Costaggiu con l'attenuante di essere reduce da un recente infortunio non pienamente recuperato.

Bella storia, grande giornata e rosee prospettive future ci attendono. Grazie ragazze!!!