Finali col botto!!! Due ori e un argento...gli azzurrini del Club Scherma Ancona sbancano Cagliari

01.02.2019

Foto Trifiletti Andrea /Bizzi Team

CAGLIARI - Avevamo salutato i nostri ragazzi in partenza per Cagliari, in un intervista che terminava con il nostro più grosso in bocca al lupo. Non immaginavamo che il boccone si sarebbe rivelato poi così grosso. 

Ai Campionati del Mediterraneo in corso a Cagliari oggi è stata una giornata che si è conclusa oltre ogni più rosea aspettativa per la nostra nazionale ma, anche un pò egoisticamente, per il Club Scherma Ancona. 

Nella mattinata Raian Adoul ha conquistato un meritatissimo oro battendo in finale, dopo un percorso con pochi inciampi, il connazionale Matteo Panazzolo. L'atleta anconetano, alla sua prima gara in azzurro, ha evidenziato tutte le potenzialità di cui è dotato: tecnica, consapevolezza, agilità, calma e una buona dose di freddezza per mettere a segno le stoccate nei momenti che contano.

Grande soddisfazione personale ma anche per i tecnici che quotidianamente seguono Raian nel suo percorso di crescita. Su "Radio CSA" (il gruppo whatsapp sul quale i tecnici si scambiano le informazioni durante le gare), per tutta la mattinata sono rimbalzati messaggi di incoraggiamento e alla fine esplosioni di gioia.

Nel pomeriggio è toccato alle nostre ragazze Alice Gambitta e Benedetta Pantanetti, incrociare le lame e, grazie anche ad favorevole accoppiamento di assalti, che ha consentito di non sfidarsi immediatamente, entrambi sono riuscite a scalare il tabellone per ritrovarsi solo in finale.

Qui l'oro, come è noto, può esser solo uno, e questa volta a conquistarlo è stata Alice Gambitta che ha avuto la meglio sulla sua compagna di Club per 15 stoccate a 11. 

In finale poteva succedere di tutto perchè le due atlete si conoscono alla perfezione, visto che ogni giorno si allenano insieme. Qualunque fosse stato il risultato finale poco sarebbe importato. Certo, nel cuore di entrambi c'era il desiderio di salire sul gradino più alto del podio ma anche la seconda posizione di Benedetta Pantanetti va letta indubbiamente come una vittoria.

La gara delle due atlete è stata seguita in streeming live all'interno del Palascherma da tutti i compagni che si stavano allenando e che hanno sospeso l'allenamento per non perdere i momenti cruciali dell'assalto finale. Alla fine tutti a brindare al successo dei nostri atleti la cui avventura non termina qui. 

Domani sono in programma gli assalti per i titoli a squadre e speriamo di vedere nuovamente i colori della nazionale italiana e del Club Scherma Ancona ancora protagonisti.

Grazie ragazzi per tutte le emozioni che ci avete regalato. Grazie anche ai tecnici che prendendo per mano i nostri atleti stanno costruendo qualcosa di molto solido di cui probabilmente si parlerà tanto nel prossimo futuro. Non dimentichiamo infine il nostro armiere Bruno che con maestria e professionalità dedica tanto del suo tempo alla preparazione meticolosa delle armi che sono oggetto fondamentale in questa disciplina.