Francesco Archivio sarà "ambasciatore" della scherma italiana in Qatar

25.11.2018

Ancona - E' passato quasi un anno dall'11 dicembre del 2017 quando il Presidente Federale Giorgio Scarso volava in Qatar per firmare un accordo trilaterale per allenamenti collegiali tra Federazione Italiana Scherma, Federazione Scherma del Qatar e Aspire Academy, una realtà qatarina gestita da Ivan Bravo, dove insegna da qualche tempo anche il maestro Massimo Omeri

Ebbene adesso possiamo dire con assoluta certezza che il nostro maestro Francesco Archivio guiderà insieme alla maestra Serena Pivotti (Comense Scherma), la Delegazione Italiana che seguirà e gestirà per una settimana gli allenamenti a Doha, la capitale peninsulare del Qatar.

L'avventura (per Francesco si tratta della prima convocazione ufficiale in Nazionale Italiana in veste di tecnico), partirà domenica 2 dicembre quando, un volo della Turkish Airlines Roma-Istambul-Doha  dopo circa 11 ore di volo sbarcherà il nostro "ambasciatore" nella megalopoli che si affaccia sul Golfo Persico.

All'allenamento internazionale sono stati convocati tutti i vincitori del GPG e del Trofeo Kinder cat.Allievi dello scorso anno. Per tutti, tecnici e allievi, sarà un importantissimo appuntamento dove potersi confrontare con altri atleti ed un altra cultura come sottolineato dall'Ambasciatore italiano in Qatar (presente alla firma dell'accordo), Pasquale Salzano, il quale ha speso parole d'elogio per l'iniziativa. "Questo accordo - ha detto il diplomatico italiano in Qatar - ha un valore che va oltre quello sportivo. Attraverso lo sport e la scherma in particolare, si mettono in relazione i popoli che possono confrontarsi, in un interscambio di culture, fondamentale allo sviluppo della civiltà. Inoltre la scherma italiana può vantare l'avvio di un rapporto importante con l'Aspire Accademy che è una realtà straordinaria ed unica nel suo genere in tutto il Mondo".

Il Club Scherma Ancona si complimenta con Francesco Archivio che, con il lavoro e la dedizione con i quali svolge la sua attività di maestro, oltre che con i risultati raggiunti grazie anche all'apporto di tutto lo Staff Tecnico della nostra società, si è riuscito a mettere in luce nel panorama nazionale dei giovani tecnici emergenti. A lui il più grosso in bocca al lupo per questa nuova esperienza.