Continua la saga dei Gambitta...altro successo per il Club Scherma Ancona

09.12.2018

Zevio (VR) - Chi, come noi, frequenta ormai il Palascherma di Ancona da qualche anno, non ha bisogno di presentazioni. Per chi invece non lo conoscesse, facciamo qualche passo indietro. Classe '65, muove i suoi primi passi nel Club Scherma Ancona fin da quando aveva pochi anni e da quel momento non abbandonerà più le pedane alternando le competizioni agonistiche all'attività di arbitro federale. Qualche giorno fa, in partenza per la gara di Zevio, ci raccontava l'aneddoto di quando, entrato per la prima volta al PalaEur (oggi PalaLottomatica) di Roma da bambino, per una gara GPG, si era guardato intorno trovandolo imponente e provando soggezione. Tornato qualche anno più tardi in veste di arbitro pensò: "sai che poi non è così tanto grande come mi sembrava!!!". Aneddoto che la dice lunga su di una vita passata ad incrociare il fioretto, togliendosi anche più di una soddisfazione. Una passione per la scherma che, per osmosi, ha saputo trasmettere senza forzature ad entrambi i suoi figli, Leonardo (cat.Prime Lame) e Alice, una delle punte di diamante del nostro fioretto femminile. Il suo ultimo successo risale al 2017, anno che lo ha visto laurearsi a Longarone, Campione Italiano Master a squadre cat.A (con Francesco Archivio e Marco Di Paolo).

Oggi a Zevio, nella seconda prova del Circuito Nazionale Master (cat.2 - Over 50), ottenendo uno scintillante 2° posto sul podio, ha nuovamente dimostrato le sue eccellenti qualità di schermidore. Per lui percorso netto ai gironi dove ha infilzato, nel Girone 1, una serie vincente di ben cinque assalti su 5 con i quali si è presentato ai nastri di partenza delle dirette con un'ottima seconda posizione e guadagnando di diritto l'accesso al tabellone dei 16esimi di finale dove ha lasciato sul posto il rappresentante del Club Scherma Torino, Raffaele Menolascina, sconfitto per 10 stoccate a 2. Negli ottavi ha poi avuto la meglio la meglio nei confronti di Roberto Pulegia (Scherma Cariplo Milano) per 10 stoccate a 6 e rifilando un altisonante 10-3 finale in semifinale con un altro rappresentante della Scherma Cariplo Milano, Filippo Caggiani. 

Solo in finale, forse complice un pò di stanchezza e poca concentrazione, cede la prima posizione del podio a Michele De Santis (Giulio Verne Scherma Roma) vittorioso con 10 stoccate a 5.

Alla fine della gara si festeggia con una coppa, una pizza ed un immancabile boccale di birra che chissà non sia l'elisir di lunga carriera!!!

Una bella prova quella di Giovanni Francesco Gambitta (per tutti Gianfranco) che aggiunge ulteriori soddisfazioni ai risultati del Club Scherma Ancona che adesso vanno dai piccolini fino ai "più maturi".

Grande Gianfranco!!!