No chiamateli vecchietti...gli atleti Master Fioretto brillano a Foggia

07.04.2019

Foggia - Vorremmo partire da una citazione di Ugo Ojetti, scrittore, critico d'arte e giornalista: "Sapere invecchiare significa saper trovare un accordo decente tra il tuo volto di vecchio e il tuo cuore e cervello di giovane". Seppur l'Ojetti si riferisse molto probabilmente a personaggi molto più avanti con l'età, e non è questo il nostro caso, la frase esprime bene il vigore che questi atleti continuano ad esprimere nella vita di tutti i giorni così come sulle pedane.

Ieri a Foggia nella 6^ Prova Nazionale Master Fioretto il Club Scherma Ancona ha nuovamente detto la sua in modo perentorio e travolgente. 

Marco James Maggi classe 1993 conquista un meritatissimo primo posto del podio nella cat.0+1 (24+). Nel girone unico composto da otto atleti Marco fa 7 vittorie su sette lasciando sul posto tutti gli avversari e purtroppo anche il compagno di Club Marco Di Paolo che non riesce nella qualificazione. Nella prima diretta si impone subito facilmente contro l'atleta del Michelin Sport Club Torino, Giuliano Pasqua con il risultato di 10 stoccate a 1, risultato che lo proietta in semifinale contro Michele Ghitti (Polisportiva Scherma Bergamo). L'assalto si presenta subito complicato e sostanzialmente equilibrato, tanto che nell'alternarsi delle stoccate , si arriva al 9-9. Marco sa che è la sua occasione e riesce a raccogliere forza, energia e voglia di vincere per portare a segno la stoccata vincente conquistando la finale dove troverà l'atleta Luca Murana del Club Scherma Colle Val'Elsa. L'assalto di finale è a senso unico ed il successo arriva con il risultato di 10 stoccate a 4. Grandissimo risultato per il nostro atleta e neo maestro che, da quest'anno ha iniziato a seguire con dedizione i bambini del Fioretto di Plastica.

Nella cat.2 (50+) nuova convincente prova dell'insaziabile Giovanni Francesco Gambitta che, conquistando la terza piazza, si fa il regalo per i 54 anni compiuti proprio qualche giorno fa. Una carriera schermistica, la sua, che sembra non conoscere fine e limiti. Lo vedi correre per il Palascherma quanto e più delle nuove leve, con quel cuore e cervello giovane di cui sopra, sempre pronto a dispensar consigli e imperterrito nel portare avanti un progetto nel quale, è evidente, crede in modo fermo e deciso. Questa volta la sua gara non parte nel migliore dei modi, "solo" il 50% di successi nel girone di qualificazione. Poi cambia passo, c'è da affrontare gli assalti che contano...

Nel tabellone dei 16esimi si libera facilmente (10-3) dell'atleta Ildo Lanari (Club Scherma Roma) e nel successivo assalto valido per l'accesso alla semifinale, stringe i denti e vince d'impeto (10-9) contro Roberto Pulega (Scherma Cariplo Piccolo Teatro Milano), conquistando l'accesso alla semifinale.

L'assalto di semifinale è tiratissimo e la sorte sembra pendere prima da una parte e poi dall'altra fino a quando gli atleti si ritrovano sul punteggio di 9 stoccate a 9. La tensione sale e Simone Boccacci (Cus Siena) fa valere i sui due anni in più di esperienza mettendo a segno la stoccata vincente. Nessun rammarico per il nostro Gianfranco, che ha fatto vedere ancora una volta una scherma fatta di tecnica, passione e cuore.

Che dire ancora, la cronaca della prova dei nostri atleti è stata ancora una volta da incorniciare e si torna a casa con grande soddisfazione e goliardia (lo dimostrano anche le foto scattate dai ragazzi e condivise sui gruppi whatsapp...che non pubblichiamo per tutela della privacy...ah ah ah!!!)

Avanti tutta Club Scherma Ancona...ed nel prossimo weekend tocca ai ragazzi del GPG tirar fuori grinta e voglia di vincere nell'impegnativa 2^ Prova Nazionale GPG Kinder+ Sport in programma a La Spezia.