"Una volta che avrete imparato a volare...

15.12.2018

TREVISO/TAUBERBISCHOFSHEIM - ...camminerete sulla terra guardando il cielo perché è là che siete stati ed è là che vorrete tornare". Recitava così un celebre aforisma di Leonardo Da Vinci, aforisma che calza a pennello per descrivere la giornata odierna di gare che ha visto impegnate Alessandra Costaggiu e Alice Gambitta, nella prova di Coppa del Mondo U17 in Germania e i nostri atleti della categoria Maschietti e Giovanissimi nella PRIMA PROVA NAZIONALE GRAN PRIX "KINDER +SPORT" a Treviso. Ci eravamo abituati, fino a ieri, nella gara che ha visto vittoriosa Sophia Di Paolo, ad assaporare il gusto del podio, ma oggi purtroppo siamo tornati con i piedi per terra.

Alice Gambitta, pur non arrivando sul podio, ha confermato il suo valore a livello schermistico internazionale, mettendo in fila dietro di se, ben 165 atlete provenienti da ogni parte d'Europa e conquistando la 10^ posizione in classifica generale. La sua corsa si è arrestata solo davanti all'israeliana Durk Ilior, nei sedicesimi di finale, sconfitta per 15 stoccate a 9. Ennesima prova di carattere ma dal risultato finale che non l'ha vista protagonista nel podio finale. Prova sotto tono per Alessandra Costaggiu, partita male già nei gioroni di qualificazione (2 vittorie e 4 sconfitte) non è riuscita ad andare oltre la 121^ posizione.

Ci spostiamo poi a Treviso. Nella categoria maschietti, alla loro prima esperienza agonistica nazionale, Jacopo Maniscalco e Giovanni Mandolese hanno dato tutto il possibile. Il primo è giunto 90° nella classifica finale mentre Giovanni ha saputo scalare il tabellone giungendo fino ai 16esi di finale e classificandosi alla 14^ posizione generale. Buona prova per lui e gara vinta da un'atleta della Federazione Giapponese Ryoga Ono.

Nella categoria Giovanissimi, prova opaca per entrambi i nostri rappresentanti, abituati a ben altri risultati. La classifica finale dice 118° Alessandro Baldelli (che ha iniziato e finito la gara dolorante alla mano per un leggero infortunio domestico) e 34° Tommaso Chiarini. Giornata storta per loro quella di oggi ma senza dubbio i nostri maestri riusciranno a trovare le motivazioni giuste per tornare in pedana più concentrati ed efficaci.

Chiudiamo con la considerazione che questo genere di gare mette i nostri giovani atleti nelle condizioni di poter crescere mentalmente oltre che tecnicamente. Sappiamo tutti che non sempre le ciambelle riescono con il buco, l'importante è continuare a provarci....

Domani in pedana le categorie Giovanissime e Ragazze....stay tuned...